Ungheria oche e anatre Polonia oche e anatre Ungheria lepri fagiani conigli Polonia cinghiali cervi caprioli Romania allodole Romania oche e acquatici
Homepage
Contatti



Agenzia PEGAZUS viaggi venatori, รจ una organizzazione ormai presente da anni con soddisfazione sul panorama venatorio dell'Est Europeo.

Per informazioni:
Telefonare al Cell. 335.361751

Per conoscerci meglio...

Photogallery
La munizione corretta per oche ed anatre

Identificare una cartuccia buona per tutti gli acquatici è esercizio pressoché impossibile, vista la differenze che tra essi ne risultano. Differenze nelle dimensioni corporee, nella resistenza del corpo, nella diffidenza e quindi nella distanza di tiro.

Quando parliamo di acquatici con particolare riferimento ad anatre ed oche possiamo passare dai 250 grammi delle anatre più piccole quali di alzavola e marzaiola sino a 4,5 kg delle oche selvatiche. Una differenza talmente sostanziale in termini di mole e quindi di resistenza ai pallini tale da non poter identificare una cartuccia buona per tutte le specie. Qualcuno vi potrà raccontare di un colpo miracoloso con piombo 8 su un'oca a sessanta metri, lasciatelo perdere e dategli il peso che merita; anche un mio amico era convinto di aver ucciso a una trentina di metri un cinghiale con una cartuccia da tordi salvo poi scoprire che dall'altra parte il compagno di caccia gli aveva sparato contemporaneamente con una brenneke.
Esiste però un comune denominatore per tutte le specie, ossia gli ambienti e i periodi di caccia che la scelta della cartuccia la condizionano eccome.

oche selvatiche e lombardelle caccia Ungheria Polonia

Consci di questo elemento la scelta della corretta munizione dovrà necessariamente essere mirata, ancora prima che sulla dose di piombo o acciaio e sul numero dei pallini, sul tipo di polvere. Questa dovrà essere necessariamente insensibile all'umidità ed alle basse temperature, perché non dimentichiamoci che, almeno per la caccia alle oche non effettuabile in Italia, si ci troverà nel pieno dell'inverno in paesi nordici (Scozia o Scandinavia) o dell'Est (Ungheria, Polonia) notoriamente sottoposti a temperature molto rigide. La vivacità o progressività della polvere sarà legata al tipo di carica ma siccome vuoi per la resistenza degli acquatici, vuoi per i tiri a volte abbastanza lunghi, il peso dei pallini non sarà poco, la cartuccia per la caccia agli acquatici avrà tendenzialmente polveri lente.

Parliamo di cartucce che devono avere nel calibro 12 (l'unico logico per gli acquatici) minimo 34 grammi di piombo o acciaio per le piccole anatre sino alle baby magnun ed alle magnum. C'è chi utilizza anche le supermagnum, ma qui andiamo sulle cariche estreme magari utili in certi tiri all'oca. Ma ove i capanni sono realizzati in buone zone e ben fatti consentendo un buon avvicinamento di anatre ed oche, queste ultime possono non essere necessarie. La numerazione di piombo anche in questo caso può variare dal 7 per le piccole anatre, al 4/5 per le anatre maggiori, sino ad arrivare al 2 o allo 0 per le oche.

Ovviamente le armi dovranno avere canne minimo di 70 cm con strozzature ** o *. Il tiro, data la lentezza delle polveri dovrà essere non sulla sagoma ma dato con buon anticipo in relazione ovviamente alla distanza ed alla velocità del selvatico.

PEGAZUS
per informazioni - cell. 335 361751